Via alla rassegna Public con l’attesissimo ‘In Exitu’

Sabato 4 luglio alle 21 al Teatro Alfieri va in scena l’attesissimo spettacolo “In Exitu”, tratto dall’omonimo romanzo di Giovanni Testori, adattato, diretto e interpretato da Roberto Latini. Musiche e suono Gianluca Misiti, luci e direzione tecnica Max Mugnai, collaborazione tecnica Riccardo Gargiulo, Marco Mencacci e Gianluca Tomasella, produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi, con la collaborazione di Armunia Festival Costa degli Etruschi, Associazione Giovanni Testori, Napoli Teatro Festival Italia, con il contributo di Regione Toscana e MiBAC.

L’uscita di scena di un tossico degli anni ’80 in una città qualsiasi tra le Milano di un nord qualsiasi è dolore e solitudine straziante di una vita consumata in evasione, in eversione. La narrazione cede il passo alla forma e si sostanzia su un piano raffinatamente linguistico. Testori come fosse il pusher di una lingua teatrale che si fa linguaggio. Drogato è il testo e le parole sfidano il pensiero e la sintassi, come l’Ulisse di Joyce, il Lucky di Beckett, come agli orli della vita, direbbe Pirandello. Tutto sembra svilupparsi nella sensazione del fondamentale e iniziatico “Quem quaeritis” del Teatro Sacro Medievale. In mezzo, c’è una nebbia incapace di fermare il tempo e la consolazione. In Exitu è come una Pietà.

La parabola parabolica di vita vissuta da Riboldi Gino è quella di un povero Cristo tenuto in braccio da Madonne immaginate, respirate, disarticolate, nella fonetica di una dizione sollecitata fino all’imbarazzo tra suono e senso, come fossero le parole ad essere infine deposte dalla croce sulle quali Testori le ha inchiodate. I biglietti saranno numerati e disponibili esclusivamente presso la biglietteria dello Spazio Kor, in piazza San Giuseppe, aperta dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18, e nel giorno dello spettacolo dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Chi avesse acquistato prima del lockdown un biglietto per lo spettacolo (o un abbonamento che lo comprendesse) dovrà recarsi alla cassa dello Spazio Kor per farsi assegnare un posto numerato in teatro. Per accedere sia alla biglietteria e alla sala è necessario indossare la mascherina.