Torna Public, la stagione teatrale realizzata dallo Spazio Kor

Torna Public, la stagione teatrale realizzata da Spazio Kor in collaborazione con Città di Asti, Fondazione Piemonte dal Vivo, Teatro degli Acerbi, Parole d’Artista e Concentrica, e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e della Fondazione CRT, con maggiore sostenitore la Compagnia di San Paolo nell’ambito del Progetto PATRIC.

Con questa rassegna Spazio Kor è entrato a far parte di PERFORMING+, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Da ottobre 2019 ad aprile 2020 un ricco calendario che spazia dalla drammaturgia contemporanea alla musica, passando per la danza, la sperimentazione (inclusa una singolare esperienza di realtà virtuale) e il “gioco a teatro”. A esso si affiancano una serie di eventi collaterali che confermano lo Spazio Kor come punto di incontro di nuove energie creative in ambito nazionale e internazionale.

Spiega il direttore artistico Emiliano Bronzino “Quest’anno abbiamo scelto un sottotitolo evocativo, “ognuno insieme”,per raccontare il nostro desiderio di sviluppare a 360 gradi la nostra comunità di spettatori.

Dodici spettacoli riconosciuti a livello nazionale e internazionale che arrivano al Kor grazie alle molte collaborazioni istituzionali e che trasversalmente attraversano le arti performative, che mettono al centro lo spettatore, portandolo sempre più direttamente sul palcoscenico. Un percorso di dialogo creativo con il nostro pubblico che parte dalla co-creazione della nuova edizione di The Stage Game, e si sviluppa con il laboratorio Free Unicorns, gli incontri con gli artisti dopo lo spettacolo, la prova aperta con aperitivo nel percorso di creazione di You can have sex in the kitchen, e la cena durante Segnale d’allarme – La mia Battaglia VR.

Una stagione ricchissima di appuntamenti, concepita come un alveare, sviluppando nuovi tipi di connessione e iterazione tra il pubblico e lo Spazio Kor”.

“Negli ultimi anni lo Spazio Kor ha consolidato il proprio ruolo di aggregatore di nuovi pubblici – aggiungono il sindaco Maurizio Rasero e l’assessore alla cultura Gianfranco Imerito – con un’attenzione particolare per la drammaturgia contemporanea. Un progetto apprezzato oltre i confini cittadini, al quale guardano con attenzione i principali protagonisti del panorama teatrale nazionale, riconoscendone la forza innovativa e la progettualità dal respiro europeo.

Vi invitiamo quindi a scoprire la varietà di programmazione di questo spazio interdisciplinare, con spettacoli, incontri, laboratori, in un’ottica anche formativa. Ciliegina sulla torta il museo di scenotecnica “La macchina delle illusioni”, dedicato ad Eugenio Guglielminetti, con installazioni interattive per esplorare i segreti di questo gioco bellissimo chiamato teatro”.

Aggiunge Matteo Negrin, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo: “La Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare opera attualmente su tutto il territorio piemontese, diffondendo nei teatri della regione, in collaborazione con gli enti locali, spettacoli realizzati dalle più qualificate compagnie regionali, nazionali e internazionali. Obiettivo è contribuire alla formazione e all’incremento

del pubblico, alla valorizzazione delle sedi di spettacolo e alla diffusione di un’offerta capillare vicina alle comunità.

Prosegue in quest’ottica, la naturale collaborazione con lo Spazio Kor per sostenere e valorizzare i nuovi linguaggi dello spettacolo dal vivo: dalla fanfara urbana dei Bandakadabra, passando per le folgoranti battute e i dialoghi surreali del duo riminese Quotidiana.com fino ad arrivare alle sperimentazioni coreutiche del performer Marco Chenevier per una stagione dalle molteplici visioni”.