Torino calcio: ecco chi guida la cordata Taurinorum

Il Torino calcio è in vendita? Non si sa se il presidente Urbano Cairo sia interessato ad una cessione, certo però che manifestazioni di interesse non ne sono mancate. Una tra tutte quella della cordata legata al Comitato Taurinorum, venuta allo scoperto proprio nei giorni scorsi. La presentazione pubblica era già avvenuta ad agosto, ma mancavano i nomi dei personaggi coinvolti. Se ancora non si conoscono i finanziatori, finalmente il leader dell’operazione ha però un volto. Si tratta di Enea Benedetto, imprenditore del ramo della finanza e presidente del Barcanova, società dilettantistica della periferia nord torinese. Benedetto, che si è autodefinito il portavoce di tutta l’operazione, ha deciso di uscire allo scoperto con un video pubblicato sulla pagina Facebook del comitato: “Vi è una capitalizzazione importante rappresentata non solo da beni digitali e da criptomonete ma anche da beni di finanza tradizionale. Abbiamo il supporto bancario di importanti gruppi finanziari italiani ed esteri” Ha spiegato. E poi ha cercato il sostegno dei tifosi: “Vi chiediamo di essere tutti uniti, tutta la tifoseria, l’imprenditorialità torinese, le istituzioni, affinché ci possiate supportare in questo delicato momento volto all’inizio di una nuova pagina per il Toro, la squadra e per la creazione di quello che è e che sarà un futuro roseo per i nostri colori”.

L’operazione non sembra però destinata a dare grandi frutti, viste le reazioni di Cairo già in estate. Quelllo che però è sempre più evidente è la frattura tra la presidenza e la tifoseria granata, che da mesi chiede un cambio di proprietà. Ad acuire le asperità una situazione in classifica davvero pessima, che vede la squadra di Giampaolo in piena zona retrocessione, dopo l’ennesima rimonta (Inter come Lazio e Sassuolo).