Torcicollo, cosa fare e cosa no

Torcicollo, un problema fastidioso per migliaia di persone. Al di là di motivi seri legati a muscoli o a problemi con la colonna vertebrale, per esempio, tutti soffriamo o abbiamo sofferto almeno una volta di torcicollo. Le cause sono sempre le stesse: una postura scorretta (dalle ore al computer alla tv sul divano in posizioni sempre molto creative). Una posizione sbagliata durante la notte (cuscino troppo basso, cuscino troppo alto, materasso nuovo o vecchio ecc…), stress (quello non manca davvero mai), troppo allenamento (anche il troppo fa male come il non allenarsi per nulla), tante ore alla guida.
Le cause le riconosciamo tutte, ma cosa si può fare per ottenere un po’ di sollievo il più velocemente possibile?
Un grande aiuto arriva dal calore: Il calore è uno dei rimedi naturali più utilizzati ed efficaci quando si tratta di torcicollo, perché consente il rilassamento dei muscoli interessati dal dolore e allevia sensibilmente i fastidi. Si può usare una fascia per il collo riscaldante, morbida e comoda, per sciogliere tutti i motivi di tensione.
Poi lo stretching quotidiano, un toccasana solo se si conoscono gli esercizi giusti. Può aiutare roteare le spalle avanti e indietro, muovendoti verso il basso, fare dei movimenti di apertura e chiusura con le scapole e massaggiare delicatamente l’area che fa male.
Se bisogna stare tante ore davanti al computer è buona cosa usare dei supporti in modo che il monitor sia posizionato all’altezza degli occhi. Se si usa in maniera intensiva lo smartphone gli auricolari e i supporti per gli schermi possono aiutare.
Infine, se il torcicollo sta provocando dei fastidi, bisogna cambiare anche le tue posizioni notturne. Il modo migliore per far rientrare il problema è dormire a pancia in su, o al massimo, su un fianco. Dormire a pancia in giù può infatti provocare ulteriori irrigidimenti.