Sostegno ai disoccupati con cantieri pubblici

E’ di due milioni e mezzo di euro la dotazione del bando della Regione Piemonte per l’inserimento di disoccupati e inoccupati nei cantieri pubblici. Potranno aderirvi fino al 27 novembre gli enti in grado di prendere in carico personale per interventi in ambito ambientale, culturale, artistico, turistico e di utilità sociale.

“Lo stanziamento – sottolinea l’assessore al Lavoro, Elena Chiorino – fa seguito a quello di sei milioni per i disoccupati over58 erogato in agosto. Con questa misura intendiamo offrire delle opportunità di lavoro a una fascia più ampia di disoccupati, in condizioni di particolare disagio sociale e maggiormente penalizzati dalla crisi innescata dalla pandemia. Sono politiche non di mero assistenzialismo ma di supporto ai cittadini in difficoltà che chiedono, legittimamente, la dignità del lavoro”.

I destinatari sono i disoccupati non percettori di trattamenti previdenziali, in condizione di particolare disagio sociale: over45 con basso livello di istruzione e condizioni sociali e familiari di particolare difficoltà e gravità, oppure provenienti dal cantiere precedente per il raggiungimento dei requisiti pensionistici.

Le attività ammissibili spaziano da quelle forestali e vivaistiche alla manutenzione del patrimonio pubblico urbano, dalla salvaguardia di beni archivistici all’attività di promozione turistica, dall’allestimento di mostre all’accudimento di persone anziane o disabili.