Skoda guarda all’elettrico con Enyaq

Il primo SUV di serie interamente elettrico basato sulla piattaforma modulare elettrificata (MEB) del Gruppo Volkswagen si chiamerà Skoda Enyaq. Il nome combina insieme la lettera “E” dell’elettromobilità con la lettera “Q” finale che caratterizza i nomi dei SUV del Brand. ENYAQ segnerà per ŠKODA un incredibile passo avanti nell’era dell’elettromobilità nel 2020.

Il nome ENYAQ deriva dal termine irlandese “enya”, che significa “fonte di vita”. Questa parola deriva dal gaelico irlandese “Eithne”, che può essere tradotto con i concetti di “essenza”, “spirito” o “principio”. Queste diverse accezioni conferiscono altrettante sfumature di significato al nome del nuovo SUV ŠKODA. “Fonte di vita” simboleggia l’inizio di una nuova era per il Brand boemo, quella dell’elettromobilità, ed è in linea con il claim ŠKODA: “Driven by inventiveness – clever ideas since 1895”. Indica quindi un nuovo inizio, che bene si abbina al temperamento del nuovo ENYAQ e alla passione degli ingegneri profusa nella realizzazione del modello.

Seguendo l’esempio degli altri SUV di successo del Brand, KODIAQ, KAROQ e KAMIQ, i cui nomi derivano dalla lingua del popolo Inuit del nord del Canada e della Groenlandia, ŠKODA in questo caso ha preso ispirazione per il nome del veicolo elettrico su piattaforma MEB dalla lingua di una regione leggendaria del nord. La lettera “E” all’inizio di ENYAQ simboleggia l’elettromobilità, la “Q” alla fine crea una connessione con le caratteristiche tipiche dei SUV ŠKODA.

Sarà il primo veicolo prodotto in serie del Brand a essere basato sulla piattaforma modulare elettrificata (MEB) del Gruppo Volkswagen ed è il primo di oltre 10 modelli elettrificati che verranno lanciati sotto il sub-brand di ŠKODA iV entro la fine del 2022. Per il 2025 il Brand boemo prevede che il 25% delle vendite saranno rappresentate da veicoli e modelli interamente elettrici o plug-in hybrid. ŠKODA programma di investire due miliardi di euro entro il 2021 nello sviluppo di modelli elettrici e di un ecosistema interconnesso per soluzioni di mobilità moderna ed ecocompatibile.

La versione base è la Skoda Enyaq iV 50 dotata di batteria da 55 kWh che supporta un motore elettrico montato al posteriore capace di erogare 148 CV, garantendo un’autonomia massima di 340 chilometri. Lo step successivo è rappresentato dalla Skoda Enyaq iV 60 con batteria da 62 kWh, motore elettrico da 180 CV e autonomia fino a 390 chilometri.

Il primo modello elettrico di Skoda offrirà una capacità di ricarica fino a 125 kW, consentendo di caricare la batteria dal 10 all’80% in circa 40 minuti.

Le dimensioni del nuovo SUV sono simili a quelle della Kodiaq. La Skoda Enyaq iV misura 4.685 mm in lunghezza, 1.877 mm in larghezza e 1.618 mm in altezza, quindi è decisamente più bassa del SUV Kodiaq a vantaggio di un maggior dinamismo. Le foto e il video diffusi da Skoda ci mostrano un prototipo completamente mimetizzato impegnato nei test. La vettura, con camouflage simile a quello della Volkswagen ID.4, mostra alcuni dettagli estetici distintivi dello stile Skoda come la griglia e i gruppi ottici anteriori orizzontali.

Non ci sono ancora immagini degli interni, ma Skoda anticipa che l’Enyaq iV è dotata di display dell’infotainment da 13 pollici e di sistemi di connettività avanzati.

Occhi puntati quindi al 2021, anno in cui questa straordinaria elettrica farà la sua comparsa sul mercato.