Siglato il protocollo di sicurezza per Asti “Mille occhi sulla città”

Soddisfazione da parte del Sindaco di Asti e dell’Assessore alla Sicurezza Marco Bona per la firma del Protocollo “Mille occhi sulla città”, siglata durante il Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura.
L’obiettivo del progetto è quello di intensificare la collaborazione fra le Forze di Polizia e gli istituti di vigilanza privata per la realizzazione di un sistema di sicurezza comune.
Gli istituti si impegneranno nell’ottica della sicurezza complementare a collaborare con le Forze dell’Ordine, segnalando ogni anomalia rilevata che possa interessare l’ordine pubblico e non solo i reati. Un monitoraggio costante delle aree urbane, attraverso segnalazioni alle Forze dell’Ordine su fatti connessi a reati, sicurezza urbana e stradale, situazioni di degrado urbano e disagio sociale.
“Nel momento della mia nomina ad Assessore, la delega specifica di questo progetto è stata legata alla Sicurezza, così da avere una visione globale su un tema che ci vede impegnati giornalmente come Giunta. Siamo stati parte promotrice della firma di questo protocollo, in quanto crediamo che ogni sistema messo in campo sia utile per la sicurezza dei nostri concittadini” commenta l’Assessore Bona.
“Ringrazio il Prefetto e le Forze dell’Ordine per aver sposato fin da subito il protocollo Mille occhi sulla città, già attivo in diverse città italiane. Era uno dei nostri punti programmatici ed ora lo vediamo realizzato con la firma di venerdì mattina – dichiara il Sindaco Rasero – “Sicurezza: priorità assoluta” non erano semplici parole che dicevamo durante la campagna elettorale, bensì una delle nostre idea di città che abbiamo in mente, in cui il Comune ed il Corpo della Polizia Municipale collaborano costantemente con le altre Forze dell’Ordine, al fine di rendere Asti sempre più sicura”.