Rugby – L’acqua del lago di Lecco fa brillare il Monferrato

Finisce 39 a 20 per il Monferrato Rugby (23 a 8 alla fine del primo tempo, tre mete pari) la trasferta sul Lago di Lecco.
Nonostante il successo, ora la franchigia monferrina di mister Roberto Mandelli è terza in classifica per via del successo del Rovato in casa contro l’Amatori Genova (55-17 con bonus) e del Lumezzane 9-3 a Bergamo. Nonostante i punti siano gli stessi dei Centurioni (33), è la differenza punti (-71) a penalizzare i Leoni. Lumezzane e Monferrato inseguono comunque ad una sola lunghezza. L’ultimo match disputato ha visto un super Capitan Jacopo Zucconi al piede, con nove calci realizzati, ovvero il cento per cento. Il Lecco si è confermata una squadra molto fisica, affrontarla sul suo campo non è stato per niente facile. Parte in vantaggio Lecco, grazie ad un calcio al 13’: 3-0. Primo calcio di Zucconi al 16’, 3-3. Meta al 20’ del Lecco, non trasformata, 8-3; accorcia le distanze il Monferrato ancora con un calcio del suo Capitano al 26’ (8-6). Finalmente il Monferrato dà ritmo alla partita e va in meta al 32’ con Foresio ed al 36’ con Chibsa, entrambi trasformate da Zucconi per l’8 a 20. C’è tempo ancora per un calcio del solito “Zucco” per il 8-23 con il quale finisce il primo tempo. Nella ripresa riparte bene il Lecco: meta all’ 8’, trasformata, 15-23. Ancora i lacustri in meta al 13’, non trasformata, che si avvicinano al Monferrato, 20-23. Giallo al numero quattro del Lecco, e contemporaneamente si risveglia il quindici di Mandelli, che infila ben tre calci di punizione di seguito per il 20-32. Poi meta di Heymans al 39’, trasformata da Zucconi per il 20-39 finale.
«Obiettivo raggiunto, bisognava vincere. Lecco è un campo non facile per nessuno. Peccato non essere riusciti ad imporre in maniera costante il ritmo che volevamo alla partita, ovviamente bravi loro a non avercelo concesso, giocando sempre al limite», commenta Mandelli.