Riparte la stagione della Ferrari: a Maranello rombano i motori

La stagione di Formula 1 2020 della Scuderia Ferrari Mission Winnow è finalmente ripartita il 18 giugno. E a rendere indimenticabile questo momento, che arriva dopo i mesi drammatici della pandemia, è stato il rombo della SF1000 guidata da Charles Leclerc, protagonista di una passerella su un tracciato assolutamente unico.

Dopo 110 giorni. A tre mesi e mezzo dall’ultima giornata di test sulla pista di Barcellona, esattamente 110 giorni fa, gli uomini della Scuderia hanno riacceso il motore della SF1000 che si è mossa partendo dall’Officina Classiche, nel cuore della stabilimento storico di Maranello, dove un tempo anche il reparto corse aveva la propria sede. 

Il pilota monegasco è dunque uscito dallo stesso cancello che Enzo Ferrari varcò nella giornata del 12 marzo 1947 con la prima vettura che portava il suo nome: la 125 S.

La SF1000 dopo avere attraversato una via Abetone Inferiore deserta, è transitata davanti alla Gestione Sportiva in via Enzo Ferrari 27 nella quale dal 2015 tutte le vetture di Formula 1 della Scuderia vengono progettate, costruite e sviluppate. 

Charles ha proseguito il suo percorso sfilando davanti al Museo di Maranello, altra meta fondamentale degli appassionati, nella quale è possibile ammirare alcune delle più belle Ferrari costruite dall’azienda in 73 anni di storia.

Leclerc, il primo pilota dell’era moderna ad aver guidato una vettura di Formula 1 sulle strade di Maranello, ha concluso la propria esibizione imboccando via Gilles Villeneuve e dirigendosi alla leggendaria Pista di Fiorano. 

Questo circuito, infatti, ha tenuto a battesimo tutte le Ferrari stradali dal 1972 e, fino alla limitazione dei test, è stato il banco di prova per ogni vettura di Formula 1 della Casa di Maranello. La lunga pausa forzata è finalmente finita: la SF1000 è tornata a macinare chilometri. La prossima volta che i motori delle vetture 2020 si riaccenderanno sarà venerdì 3 luglio, in occasione delle prime prove libere del Gran Premio d’Austria. Charles Leclerc ha commentato: “Non sono uno che ama svegliarsi all’alba ma questa mattina c’era un ottimo motivo per farlo. Forse abbiamo svegliato qualcuno ma è stato bello guidare sulle strade di Maranello la SF1000.zÈ stata una grande emozione poter tornare in macchina oggi e soprattutto farlo su un tracciato così particolare. Rientrare nell’abitacolo mi ha fatto sentire come essere di nuovo a casa. Ci è sembrato un modo bello e divertente per dire che siamo pronti a tornare in pista. Adesso non vedo l’ora di poter guidare la SF1000 in Austria”.