Presentate da Asp le linee guida del piano industriale 2023-2027

Sono state presentate agli organi di stampa, mercoledì 29 giugno, le linee guida del piano industriale di Asp per il periodo 2023-2027. Ad illustrare i programmi aziendali della multiutility astigiana, il Presidente Fabrizio Imerito e l’Amministratore Delegato Giuseppe Cagliero.

Il piano industriale, al verificarsi di determinate condizioni, prevede investimenti per oltre 50 milioni di Euro per il periodo 2022-2027 che saranno effettuati sul territorio astigiano. Circa 40 milioni nel corso dell’arco piano. Inoltre, relativamente al profilo occupazionale, è previsto l’incremento netto di circa 20 unità, subordinato al verificarsi dell’acquisizione di alcune commesse inserite nel piano.

Nello specifico, per il Servizio Idrico Integrato si prevede di confermare gli eccellenti risultati della qualità del servizio, riconosciuti peraltro anche da Arera. Si intende inoltre migliorare l’efficienza operativa e la capacità di investimento, in relazione anche alle modifiche tariffarie introdotte dal metodo MTI-3 definito da Arera. I principali investimenti riguardano la realizzazione di collettori fognari e di idrovore nel depuratore di Asti, il raddoppio del serbatoio di Villaggio Aurora, ad Asti, e la sostituzione di uno dei pozzi nel campo di Cantarana. Gli investimenti nel 2022-2027 previsti per questo settore sono oltre 17 milioni di Euro, 15 milioni di Euro nell’arco piano.

Il piano dell’Igiene Urbana di Asp prevede il miglioramento della qualità del servizio e del decoro urbano nella città di Asti con evoluzioni nell’organizzazione dei servizi e nell’efficienza operativa. In particolare sono previste l’estensione della raccolta verticale dei rifiuti nella città di Asti e la partecipazione alla gara che verrà bandita dal Cbra per la raccolta dei rifiuti nell’intera Provincia di Asti, oltre allo sviluppo di nuovi servizi a mercato. Per l’Igiene Urbana l’importo dell’investimento previsto è di 13,9 milioni di Euro per il periodo 2022-2027, 11,5 milioni nell’arco piano.

Per quanto riguarda il servizio Trasporti e Mobilità, l’obiettivo è riconvertire la quasi totalità del parco mezzi con autobus elettrici da utilizzare per il trasporto pubblico urbano. Sono inoltre previsti la partecipazione alla gara della provincia di Asti per il trasporto pubblico extraurbano, un ulteriore ammodernamento del parco mezzi per l’attività di bus a noleggio e l’introduzione di servizi innovativi, come il trasporto on demand. Ai trasporti è destinato l’investimento previsto di 16 milioni di Euro nel periodo 2022-2027; 13,8 milioni di Euro nell’arco piano, in parte contribuiti.

“Con questo piano industriale intendiamo concretizzare un importante sviluppo dell’azienda – commenta il Presidente Asp Fabrizio Imerito -. Come sempre la nostra attenzione sarà rivolta ai servizi da fornire ai cittadini”.

“Abbiamo previsto importanti investimenti, tutti realizzati nell’astigiano, che andranno a consolidare una realtà già competitiva – è il commento dell’Amministratore Delegato Giuseppe Cagliero -. Con questi ultimi intendiamo rafforzare ulteriormente le nostre attività sul territorio e migliorare i vari processi aziendali”.