Piemonte in pole position nel team Italia alla Bocuse d’Or

Alla finale della più importante competizione mondiale di alta gastronomia, il Bocuse d’Or, che si terrà a Lione il 29 e il 30 gennaio, sarà la Regione Piemonte, che ha ospitato la selezione europea insieme all’Accademia Bocuse d’Or Italia, a trainare la brigata italiana, capitanata dallo chef Martino Ruggieri di Alba.
Se ne è parlato il 15 gennaio in conferenza stampa, nella sede di Identità Golose a Milano, alla presenza dell’assessora alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi.
“Ci sarà molto Piemonte nel team italiano che gareggerà alla finale mondiale del Bocuse d’Or – ha dichiarato l’assessora Antonella Parigi – Un risultato di cui siamo particolarmente orgogliosi e che è l’esito di un percorso che ci ha visti impegnati in questi anni, anche con investimenti importanti, nel posizionare il nostro territorio come leader a livello nazionale sui temi dell’enogastronomia d’eccellenza. Un lavoro che ha portato alla nascita e allo sviluppo dell’Accademia Bocuse d’Or Italia, un’istituzione che, oltre ad allenare la squadra di Martino Ruggieri, vogliamo diventi un presidio permanente di alta formazione nel campo della cucina e della cultura legata al cibo. Un obiettivo che condividiamo anche con gli altri enti del territorio”. Lo chef Martino Ruggieri ha invece affermato che “portiamo a Lione la nostra idea di cucina italiana, con tutta la sua creatività e concretezza. Arriviamo a questa finale con molte ore di lavoro alle spalle. Il Bocuse d’Or per i francesi e per i nordeuropei è considerato il concorso per eccellenza. L’Italia è arrivata in ritardo ad appassionarsi al Bocuse d’Or, ma il movimento che si è creato intorno a questa finale mi sembra un segnale interessante. Noi siamo un popolo di creativi e questa competizione ci impone di associare a questa indole una buona dose di capacità esecutiva. Il team è affiatato e concentrato e arriviamo alla finale con una notevole carica emotiva e una forte concentrazione”.
Il legame che si è creato tra il Piemonte e il Bocuse d’Or, la più importante competizione mondiale di cucina, sottolinea la volontà della Regione di essere riconosciuta come Capitale italiana dell’alta cucina. Torino, infatti, è stata scelta e ha ospitato a giugno del 2018 la selezione europea del concorso, fase preliminare della finale mondiale. Un percorso che proseguirà anche a Lione, dove il Piemonte sarà presente, durante i giorni della competizione, con uno stand e offrirà degustazioni dei prodotti principi della sua enogastronomia. A ulteriore conferma della vocazione piemontese, la città di Alba ospita dal 2017 l’Accademia del Bocuse d’Or, quartier generale del prestigioso premio in Italia. Un progetto con un “cuore” piemontese, voluto e sostenuto, tra gli altri, dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, dalla Città di Alba, dall’Ente Fiera Nazionale del Tartufo Bianco d’Alba e dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero. A contribuire alla preparazione del Team Italia sono il presidente Enrico Crippa, chef tre stelle Michelin, e il direttore Luciano Tona, oltre a un comitato di 30 chef provenienti da tutta Italia e un gruppo che si sta occupando anche del design del vassoio, all’insegna dell’italianità contemporanea e a cura di Luisa Bocchietto, presidente della World Design Organization.