Peugeot 208 auto dell’anno

Il Coronavirus è stato più forte dell’organizzazione Svizzera, alla fine il Salone di Ginevra 2020 è stato rinviato.
Il governo svizzero ha infatti bloccato qualsiasi tipo di manifestazione che superi i 1000 partecipanti, per evitare che si crei un nuovo focolaio di trasmissione del virus, considerando anche la grande quantità di giornalisti italiani che avrebbero presenziato nei primi giorni, destinati alla stampa. Lo stop del Salone, non solo rappresenta una grandissima mancanza per la città di Ginevra, che si vede privata di oltre 600 mila turisti, giornalisti, espositori e clienti che avrebbero soggiornato e vissuto nella città svizzera per almeno 2 giorni, ma rappresenta anche un grosso imprevisto per produttori grandi, piccoli ma soprattutto per quelli emergenti.
La situazione ha costretto gli organizzatori a modificare la kermesse facendole cambiare volto e così, per lanciare le novità della nuova stagione, si è deciso di utilizzare lo streaming.
Sul link www.gimsvirtualpressday.ch/pressday è possibile dunque assistere alla carrellata dei vari marchi, uno sguardo sul futuro dell’automobile tra prossime uscite e progetti visionari. Bmw, Amg, Mercedes-Benz, Skoda, Honda, Volskwagen, Bentley, McLaren, Audi, Porsche, Qooder, Alpine, Automobili Pininfarina, Hyundai, Goodyear, Aiways, Morgan, Gfg Style, Hispano Suiza, Toyota, Vega, Seat, Koenigsegg e Aston Martin, questi i marchi che si sono alternati martedì presentando i loro nuovi modelli.

Auto dell’anno
La Peugeot 208 è stata eletta auto dell’anno 2020. La nuova generazione della vettura del marchio francese è stata la più votata dalla giuria ed è la prima volta che ottiene questo riconoscimento, cosa che invece la casa di produzione aveva già ottenuto sei volte, l’ultima volta nel 2017. Tra le finaliste della competizione nessuna italiana: la Ferrari F8 Tributo, inserita tra le 35 candidate iniziali, non è arrivata alla finale. Due le vetture elettriche presenti (Porsche Taycan e Tesla Model 3), tre best seller dei rispettivi marchi (Peugeot 208, Renault Clio e Toyota Corolla), mentre non c’erano SUV. Unico crossover la Ford Puma, mentre a chiudere l’elenco di finaliste c’era presente la nuova generazione della BMW Serie 1.