Cultura e Spettacolo

PETALI DI DONNA 2024, premiati il coraggio e l’impegno al femminile

Tre fautrici del sostegno all’universo femminile saranno premiate domenica 10 marzo presso la Tenuta Tenaglia, vicino al Santuario di Crea, nella 15° edizione del Premio di Ponzano Monferrato

Ci sono donne che, attraverso il loro impegno e l’operato quotidiano, danno un aiuto tangibile in situazioni complicate. Mediante i sentimenti e gli stati d’animo queste donne sanno interpretare uno sguardo, una stretta di mano, un abbraccio infondendo speranze per futuri migliori.
Il Comune e la Pro Loco di Ponzano Monferrato descrivono così i tratti delle protagoniste dell’edizione 2024 del Premio “Petali di Donna” che ogni anno viene attribuito a protagoniste della vita sociale ed economica del territorio monferrino. Nell’edizione n. 15 il riconoscimento va a tre significative e profondamente umane “testimonianze del mondo femminile” operanti in ambito socio-assistenziale, educativo e di ascolto e a sostegno fattivo a chi – e sono tante le donne – manifesta varie difficoltà di fronte alle quali non si può restare indifferenti.
I promotori di “Petali di Donna” le hanno chiamate “Donne per le Donne”, a evidenziare il concetto di aiuto da e verso il mondo femminile, che vale l’assegnazione del Premio 2024. La cerimonia è prevista per le ore 16 di domenica 10 marzo, nella cornice della Tenuta Tenaglia, situata in Strada Santuario di Crea 5, a pochi passi dal Santuario di Crea, ospiti di un ex “petalo” premiato quattordici anni fa per l’impegno nell’imprenditoria al femminile: la produttrice vitivinicola Sabine Ehrmann. Come ogni anno la consegna dei “Petali” verrà preceduta dalla tavola rotonda che presenterà i tratti più autentici, profondi ed emozionanti delle “donne per le donne” come esemplari rappresentanti di una società ‘in rosa’ che lavora ad un presente ed un futuro migliore.
Quali sono dunque le tre destinatarie del Premio?
In ordine alfabetico le protagoniste sono: AnnaMaria Avonto, Sarah Sclauzero e Milena Taconelli.

Dopo la laurea conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano – Istituto di Psicologia, AnnaMaria Avonto si è specializzata come psicologa e, dopo lungo servizio presso l’Asl Alessandria, né è diventata Direttore Socio Assistenziale, dedicandosi, oltre che al distretto di Casale Monferrato, anche al distretto di Valenza e prestando inoltre il suo contributo come consulente per la Regione Piemonte (Settore Programmazione e Verifica interventi Socio Assistenziali). Il suo operato sociale rivolto al territorio si estende anche alla “Dementia Friendly Community” e alla Protezione Civile, dove opera come volontaria.

Il profilo di Milena Tacconelli racconta verso la fine degli anni ‘80 la sua prima esperienza da educatrice in terra brasiliana (Mato Grosso). Qui ha dato il suo contributo al progetto d’intervento richiesto dal prefetto di General Carneiro, Laudelina Rocha de Aquino (una delle prime donne elette nell’area), che consisteva nel coordinamento delle scuole rurali presenti sul territorio. Al rientro in patria, il desiderio di fare della progettualità educativa un mestiere si è fatto realtà divenendo educatrice professionale prima nei servizi per l’handicap e poi nella scuola professionale. Nel 2007 ha iniziato a lavorare per la Comunità Harambèe di Casale Monferrato.

“La violenza non è mai strada” è la frase che contraddistingue l’APS ME.DEA, realtà che da 15 anni si occupa di servizi di ascolto e sostegno alle donne vittime di violenza (in media vengono accolte 200 donne ogni anno) attraverso i centri antiviolenza operativi a Casale Monferrato e Alessandria. Sin dalla nascita di ME.DEA. Sarah Sclauzero ne è presidente e coordinatrice, e opera anche come formatrice, progettista, psicologa ed esperta nei processi comunicativi, nella gestione dei conflitti e nelle dinamiche relazionali. A tali abilità, consolidate nel tempo, si sommano anche i progetti di sensibilizzazione e prevenzione oltre che lo studio di azioni in rete con altri partner.

Prima del talk show che domenica 10 marzo consentirà di conoscere meglio le tre protagoniste, vi sarà come ormai ogni anno l’anteprima dedicata alle donne, a cura del Collettivo Teatrale di Casale  Monferrato mentre, a concludere il pomeriggio, saranno le premiazioni e il brindisi finale con la degustazione di vini della Tenuta Tenaglia, da apprezzare dinanzi la vista mozzafiato sui vigneti del Monferrato.
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli interessati.
Per informazioni: Tel. 366 2815499, info@prolocoponzanomonferrato.it.