Nuove regole per la domanda

Un nuovo sistema di occupazione del suolo pubblico, pensato per venire incontro alle imprese astigiane e, allo stesso tempo, per garantire la sicurezza di tutti gli avventori. 

Tre le casistiche prese in esame dal Comune, che ha pubblicato sul suo sito tutta la modulistica necessaria per presentare le domande.

Le casistiche sono:

Ampliamento del dehors esistente  per attività di somministrazione alimenti e bevande

I titolari di esercizi pubblici di somministrazione alimenti e bevande che volessero ampliare lo spazio del proprio dehors e fossero già titolari di una precedente autorizzazione temporanea devono:

1) In primo luogo dovranno presentare istanza di rinnovo del dehors di cui all’autorizzazione relativa all’anno precedente utilizzando il solito modello sp03 presente in allegato sul sito del Comune di Asti.

2) successivamente, per comunicare l’ampliamento dell’occupazione già in uso (con tavolini, sedie e ombrelloni purchè funzionali all’attività) dovranno presentare il nuovo modello 3452 allegato A e Allegato B – Comunicazione di nuova installazione temporanea o di ampliamento temporaneo dehors presso esercizi di somministrazione alimenti e bevande – presente in allegato sul sito del Comune di Asti.

Nuova installazione temporanea di dehors per attività di somministrazione alimenti e bevande (coloro che non avevano mai avuto un dehors prima dell’emergenza Covid)

Chi avesse necessità di una nuova installazione temporanea (con tavolini, sedie e ombrelloni purché funzionali all’attività), per facilitare lo svolgimento della propria attività in sicurezza, dovrà solamente consegnare il modello 3452 allegato A e allegato B – Comunicazione di nuova installazione temporanea o di ampliamento temporaneo dehors esistente presso esercizi di somministrazione alimenti e bevande, presente in allegato sul sito del Comune di Asti.

I modelli sono da trasmettere all’attenzione del Servizio Gestione del territorio Ufficio dehors

al seguente indirizzo Pec del Comune di Asti: protocollo@comuneasti@pec.it.

Occupazione suolo pubblico per esercenti non titolari di somministrazione alimenti e bevande (es. artigiani quali gelaterie, pizza da asporto ecc, commercianti a vario titolo, ecc.)

I titolari di esercizi che non esercitano come attività la somministrazione di alimenti e/o bevande, dovranno utilizzare il modello Autorizzazione occupazione suolo pubblico senza somministrazione, presente in allegato sul sito del Comune di Asti.

Il modello è da trasmettere all’attenzione del Servizio Manomissione e Occupazione Suolo Pubblico al seguente indirizzo Pec del Comune di Asti: protocollo@comuneasti@pec.it.

Si precisa che gli esercizi la cui attività è senza somministrazione di alimenti e bevande sono soggetti al pagamento della TOSAP diversamente da quegli esercizi di somministrazione di alimenti e/o bevande per i quali a norma dell’articolo 181 del Decreto legge n°34 del 19/05/2020 i pubblici esercizi identificati dall’art. 5 della L. 287/1991, sono esentati dal 1° maggio fino al 31 ottobre 2020 dal pagamento dello stesso tributo TOSAP.