Novità! Le auto a guida autonoma consegnano la spesa a domicilio

La catena americana di supermercati Wallmart ha annunciato che dall’anno prossimo comincerà a usare i veicoli a guida autonoma della Cruise per consegnare a domicilio

La catena di supermercati Walmart, negli Stati Uniti, ha annunciato che dall’anno prossimo comincerà a usare i veicoli a guida autonoma della Cruise per consegnare la spesa a domicilio.
Inizialmente, l’azienda americana si limiterà a un programma pilota che si svolgerà a Scottsdale, in Arizona: ancora non è noto il numero di vetture che verranno messe a disposizione. Uno dei tanti test in corso.
Le auto della controllata della General Motors non sono nuove a questo tipo di impiego: da diverso tempo, infatti, la compagnia californiana sta testando i suoi veicoli a San Francisco e Phoenix, e proprio nel Golden State, oltre a operare come taxi senza conducente, le Cruise hanno anche fornito servizi di consegna di generi alimentari ai residenti. Questo è solo uno dei vari programmi che la Walmart sta portando avanti nell’ambito del delivery automatizzato: in precedenza, la catena ha collaborato con le startup tecnologiche Flytrex, Nuro e Gatik in diverse località degli Stati Uniti, arrivando a coinvolgere anche la Ford in un progetto pilota a Miami. Per questa collaborazione con la Walmart, la Cruise ha dichiarato di volersi concentrare sull’uso di sensori dotati di tecnologia laser.
Tale collaborazione tuttavia nasce da diverse esigenze: infatti, Walmart deve far i conti con Amazon, che negli Stati Uniti ha un servizio di consegna a domicilio molto competitivo e rivolto ad un futuro uso dei droni per le consegne; per Ford invece è l’occasione di ottenere il riscontro dei consumatori sull’uso delle macchine autopilotate: si tratta quindi di avere una base su cui lavorare per le prossime proposte da offrire al mercato, oltre a fornire dei dati concreti sulla percezione dei clienti e spunti per miglioramenti futuri.
Il servizio di consegna con auto senza guidatore potrà essere scelto dall’acquirente sul sito di Walmart volontariamente; ogni auto avrà comunque un assistente umano, che però non interagirà con i clienti, in modo da simulare il più possibile un’esperienza cliente umano-macchina senza l’intermediazione di nessun altro, che è l’obiettivo finale del progetto; quest’idea pone in essere tante altre problematiche di tipo pratico, come un sistema di sicurezza che permetta ai clienti di ritirare i propri acquisti.