Morata alla Juve, brogli all’esame per Suarez

Sono passati quattro anni dall’ultima volta che ha vestito la maglia bianconera, quattro da quando nella Juventus giocava con quello che ora sarà il suo allenatore, Andrea Pirlo. Alvaro Morata ritorna sotto la Mole e ritrova alcuni suoi vecchi compagni di allora, oltre a Cristiano Ronaldo, con cui è amico dai tempi del Real Madrid, come amiche sono le loro mogli.

Sarà il giocatore spagnolo dunque a colmare quel buco in area d’attacco che sembrava destinato prima a Suarez e poi a Dzeko. L’attaccante è arrivato già a Torino dove ha effettuato le visite mediche.

Rimarrà invece molto probabilmente alla Roma Edin Dzeko, viste le difficoltà avute dai giallorossi a strappare al Napoli Milik.

SUAREZ, BROGLI ALL’ESAME DI ITALIANO

Più complicato di quanto non potesse pensare, evidentemente, l’esame di italiano di Luis Suarez, talento del Barcellona in cerca di passaporto per sbarcare alla Juve (accordo molto probabilmente sfumato). Secondo un’inchiesta della Guardia di Finanza, voluta dalla Procura di Perugia, alla base della promozione del giocatore ci sarebbe una truffa. le indagini hanno portato alla luce la possibilità che gli argomenti della prova d’italiano siano in realtà stati concordati precedentemente, e che i punteggi siano stati assegnati addirittura prima ancora dello svolgimento reale della prova. Tra gli indagati ci sono la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia Giuliana Grego Bolli e il direttore generale Simone Olivieri. Con loro anche la direttrice del Centro per la valutazione e certificazione linguistica dell’ateneo Stefania Spina. Attualmente Suarez non risulta iscritto al registro degli indagati, ma è probabile che possa essere sentito almeno come persona informata sui fatti.