Mick Shumacher al volante di una SF90

Di padre i figlio. Mick Schumacher si siederà il volante di una SF90 il 2 aprile, nella prima delle due giornate di test che seguiranno il gran premio del Bahrein.
Ad annunciare l’accordo la Ferrari stessa, che ha deciso di dare fiducia alla prole del sette volte campione iridato.
Per ora il ragazzo deve tenere la concentrazione su altri obiettivi, nello specifico il suo esordio in Formula 2 con la Prema, ma ovviamente l’emozione è tanta. Il pilota nel secondo giorno dei test – la rossa verrà lasciata nelle sapienti mani di Vettel – prenderà la guida dell’Alfa Romeo.
Quello di Shumacher non sarà l’unico esordio, infatti il pubblico vedrà comparire in pista anche Callum Ilott, altro talento in erba proveniente dalla driver academy di Maranello. Il giovane girerà certamente sull’Alfa Romeo – e probabilmente anche sulla SF 90 – nei testi di Montmelò del 14 e 15 maggio. “Crediamo fortemente – ha aggiunto il team principal della Ferrari, Mattia Binotto – nel valore della Ferrari Driver Academy come programma formativo di alto livello per giovani talenti, e la scelta di avere promosso Charles Leclerc a pilota titolare lo dimostra. Siamo quindi molto contenti di offrire a Mick e Callum la possibilità di prendere contatto con la Formula 1. Mick, che abbiamo accolto a gennaio in FDA, e Callum, con noi dal 2017, sono certamente piloti in crescita e sono convinto che provare la SF90 in un contesto ufficiale come i test del Bahrain e di Barcellona possa essere molto utile in questa fase della loro carriera”