Male la Ferrari al Gp d’Australia

Niente da fare. Sebastian Vettel questa volta non riesce a centrare il podio nel gran premio di Australia, competizione che tanto gli aveva sorriso negli anni precedenti. Le due Ferrari ottengono solo il quarto e il quinto posto, mentre sul gradino più altro del podio sale Bottas, seguito da Hamilton. Le due Mercedes iniziano quindi il mondiale come meglio non si potrebbe, mentre il cavallino rampante ha ancora un po’ di cose da mettere a punto. A incidere sulla prestazione probabilmente anche la scelta delle gomme, nonostante Vettel fosse stato richiamato nei box in anticipo, la sua prestazione con le nuove gomme non ha visto alcun miglioramento, per non dire che in realtà è peggiorata. La nota positiva arriva dal fatto che, ruote a parte, la Ferrari ha dato le stesse impressioni positive che aveva dato nei test invernali, quindi ora bisogna stare attenti senza però fasciarsi la testa in anticipo. I complimenti vanno comunque a Bottas, che per 58 giri ha mantenuto saldamente la testa della corsa andando più forte di tutti. Il terzo posto è andato invece all’olandese della Red Bull, Max Verstappen, partito da una posizione più indietro. Solo tre piloti non hanno concluso la gara di Melbourne: Daniel Ricciardo della Renault, che ha perso l’alettone anteriore poco dopo la partenza, Romain Grosjean della Haas e Carlos Sainz della McLaren, a cui è andato a fuoco il motore.