Lettera di Rasero a Chiamparino dopo il tavolo sulle infrastrutture

In seguito all’incontro del 18 marzo scorso con il Presidente del Consiglio Conte ed il Ministro delle Infrastrutture Toninelli, il Sindaco Maurizio Rasero ed il Presidente della Provincia Marco Gabusi hanno scritto al Governatore della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, sollecitando, come già concordato, di procedere urgentemente alla convocazione del tavolo per l’analisi delle opere complementari. Gli amministratori astigiani, nel rendersi disponibili a produrre ai tecnici della Regione tutta la documentazione raccolta e gli studi finora prodotti, con tale lettera hanno inteso sottolineare ancora una volta l’importanza strategica dell’Asti-Cuneo per l’intero territorio astigiano sia sotto il profilo del miglioramento della viabilità che sotto quello della tutela ambientale. Naturalmente l’opera che riveste la maggiore importanza per l’astigiano, tra quelle complementari, è certamente il collegamento sud-ovest.
Di seguito lettera inviata:
“Caro presidente, siamo a scriverTi, in seguito all’incontro con il Presidente del Consiglio e con il Ministro delle Infrastrutture, in merito alla tanto attesa Asti-Cuneo.
In quell’occasione, dopo le rassicurazioni sul riavvio del cantiere in tempi rapidi, molti amministratori fecero richiesta delle cosiddette “opere complementari”.
Proprio dalla rappresentanza astigiana venne la proposta, accolta dal Governo, che la Regione Piemonte convocasse urgentemente un tavolo per analizzare in modo imparziale quali fossero le opere più utili al territorio con l’intento di proporre un documento unitario sul tema.
Inutile ricordarTi come per noi astigiani, rimasti con un unico presidio ospedaliero raggiungibile dal sud astigiano con un solo ponte, la bretella sud ovest sia di vitale importanza.
Naturalmente non chiediamo alla Regione Piemonte di sostenere, senza se e senza ma, la nostra volontà, ma chiediamo la convocazione urgente del tavolo di lavoro per l’analisi tecniche/viabili.
Siamo in grado di produrre tutti gli studi del traffico volti a dimostrare questa primaria esigenza e vorremmo poterlo fare già nelle prossime settimane e con una cabina di regia autorevole ed imparziale, come certamente sarà quella da Te istituita”.