Le memorie della grande guerra raccontate in Sala Pastrone

Per il ciclo di appuntamenti “1918-2018: la vittoria della Prima Guerra Mondiale raccontata a teatro”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Asti e dalla Prefettura di Asti, che ricordano i cent’anni dalla fine del conflitto mondiale, oggi, lunedì 29 ottobre alle 18,30 in Sala Pastrone, spazio allo spettacolo di musica e parole “Quindicidiciotto: suggestioni dalle memorie della Grande Guerra” con Francesco Visconti, Lorenzo Morra e Maria Rita Lo Destro.

La guerra, il fronte, i soldati. I ragazzi del ‘99. La vita quotidiana dei civili, le privazioni, ma anche i momenti di sollievo con le belle canzoni composte in quegli anni. Le donne ed il loro importante ruolo. Caporetto e poi la vittoria. E il Piave mormorava …

La rassegna continua sabato 10 novembre alle 17 all’Archivio Storico si terrà presentazione del libro di Angelo Gatti “E’ la guerra: diario inedito maggio-agosto 1915”, a cura di Nicoletta Fasano con introduzione di Nicola Labanca. Angelo Gatti, ufficiale di Stato maggiore, dal maggio del 1915 comincia a scrivere il suo diario di guerra. Uomo dalla personalità ricca e dalla vasta cultura, affida alla carta riflessioni, cronache, dubbi, impressioni segnati dalla consapevolezza che questa guerra, la Grande guerra, sarà completamente diversa dalle altre, nuova e imprevedibile nei suoi sviluppi futuri.

Chiusura domenica 11 novembre alle 16 allo Spazio Kor  con “Una guerra bestiale”, un incontro con ospiti e video organizzato con l’ ISRAT – Istituto per la Storia della Resistenza della Provincia di Asti. L’appuntamento è nell’ambito di “Cuntè Munfrà 2018, dal Monferrato al Mondo”.