La scrittrice Manuela Caracciolo incontra i suoi lettori ad Asti e a Mondovì

Continuano le presentazioni di “Tutto ciò che il paradiso permette” (edizioni Cairo Editore), scritto da Manuela Caracciolo. Il romanzo ha vinto il premio Zanibelli 2018 per la narrativa inedita. Giovedì 30 maggio alle 18 l’autrice, intervistata dal giornalista de La Stampa Carlo Francesco Conti, incontrerà il pubblico alla libreria Alberi d’Acqua di via Rossini n. 1, angolo corso Alfieri ad Asti. Seguirà un piccolo rinfresco. Venerdì 31 maggio, alle 18, Manuela Caracciolo presenterà il romanzo alla libreria Lettera 22 di Mondovì in Corso Statuto 35. Tutto ciò che il paradiso permette” è la storia di Harrie, adolescente con la testa piena di fantasie e interrogativi, e il giovane artista Paul, in lotta con il prezzo della celebrità tanto agognata. Insieme fuggono sognando Nizza, che tra il mare e le luci sembra il paradiso, lasciando nei parenti e negli amici il cruccio della loro scomparsa. E’ la storia di una passione travolgente, come solo può esserlo il primo amore, sullo sfondo degli anni Novanta, Dublino, la Costa Azzurra e l’ombra di una malattia subdola che si insinua nel tessuto del racconto come io narrante: una protagonista sommessa che presto alzerà la voce. Manuela Caracciolo scrive per giornali locali e per alcune testate americane come La Voce di New York e America24 (del Gruppo Il Sole 24 Ore). Cura la comunicazione di alcune realtà nell’ambito della cultura e dell’enogastronomia. Autrice di racconti e poesie, ha pubblicato nel 2017 il romanzo “Quella notte a Merciful Street” (Trenta Editore).