La Donna Leopardo: L’ultimo Moravia in scena con la regia di Michela Cescon

Dopo il felice debutto al Piccolo Teatro Grassi di Milano, mercoledì 20 novembre alle 21 arriva al Teatro Alfieri di Asti, all’interno della stagione 2019/2020 “La Donna Leopardo”, l’ultimo testo di Alberto Moravia, nell’adattamento drammaturgico curato da Lorenzo Pavolini e Michela Cescon, anche in veste di regista. In scena quattro volti celebri del teatro e della televisione italiana: Valentina Banci, Olivia Magnani, Daniele Natali, Paolo Sassanelli. Produzione Teatro di Dioniso e Teatro del Veneto con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Si tratta della prima regia teatrale di Michela Cescon, attrice fra le più amate del cinema italiano: fra i titoli di cui è stata protagonista basta ricordare Primo amore di Matteo Garrone e Romanzo di una strage di Giordana che le valse il David di Donatello come miglior attrice non protagonista; al momento accanto a Elio Germano ne L’uomo senza gravità diretto da Marco Bonfanti. Il progetto teatrale prende vita in coincidenza con due importanti ricorrenze: il trentennale della morte di Moravia e i novant’anni della pubblicazione del romanzo – “Gli Indifferenti”. Quattro i personaggi: un giornalista, Lorenzo, il suo editore, Flavio Colli e le rispettive mogli Nora, creatura inquieta e affascinante e Ada innamorata e disincantata, che si trovano ad affrontare un viaggio in Africa, nel Gabon. I quattro attori/personaggi si muovono in uno spazio grande e libero, senza confini e strutture teatrali che lo delimitano. Non ci sono mura, non ci sono soffitti. Non ci sono oggetti, non si sfiora mai il teatro borghese: gli unici strumenti di rappresentazione sono il corpo e la voce degli attori, impegnati in una performance fisica, che si misurano con strutture modulari, fondali illuminati, luci, ombre, fotografie, video e una forte drammaturgia sonora. INFO E BIGLIETTI: 21 euro platea, barcacce, palchi, 15 euro loggione. ph Fabio Lovino