L’11 ottobre è la Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down

Alessandria – Ridotto il numero di piazze dove trovare l’ormai tradizionale cioccolato ma sostenere il Centro Down è sempre possibile
La pandemia Covid19 ha colpito duramente la qualità della vita delle persone con sindrome di Down e sta mettendo in crisi la sopravvivenza di decine di associazioni dal Nord al Sud d’Italia impegnate da anni nell’inclusione e il supporto di migliaia di ragazzi e ragazze e le loro famiglie.
A pesare nei mesi di lockdown per le persone con sindrome di Down è stata l’esclusione dalla vita attiva, dai percorsi lavorativi, di partecipazione e socialità e dalla scuola. Secondo un’indagine della Fondazione Agnelli sono rimasti fuori dalla didattica a distanza il 36% degli allievi disabili. La pandemia, inoltre, ha avuto forti ripercussioni economiche sulle associazioni che promuovono attività sui territori per l’inclusione nella scuola, nel lavoro e nello sport. I passi avanti fatti nella costruzione di opportunità e percorsi di vita autonoma e indipendente, inserimento lavorativo per le persone con sindrome di Down rischiano di essere vanificati in pochi mesi.
Per questo, CoorDown lancia in occasione della Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Aiuta le nostre associazioni a non scomparire per sempre”.
Un appello che vale anche per l’Associazione Centro Down di Alessandria che da anni opera con impegno, determinazione e successo a sostegno delle Persone con Sindrome di Down della nostra comunità. Sostenere il Centro Down Alessandria è sempre possibile, ogni giorno dell’anno: www.centrodown.org.