IVAN THEIMER. SELVA SIMBOLICA

Fino al 19 settembre 2021 la Fondazione Accorsi-Ometto di Torino propone un ritorno al contemporaneo con la strepitosa mostra “Selva simbolica” dedicata all’artista franco-ceco Ivan Theimer.

Mai come in questo periodo abbiamo bisogno di simboli e di miti e l’opera di Theimer ne è l’emblema. La sua vita e il suo lavoro sono l’incontro di due aspetti: uno di rappresentazione della realtà e uno, preponderante, di allegoria, metafora, mito, simbolo. E un simbolo caro a Theimer è proprio quello del mito.

Nel cortile della Fondazione una serie di obelischi fa da cornice a un gruppo di bambini che “gioca”, e su di essi trionfa la scultura di Arione, un unicum nella produzione dell’artista; nelle sale espositive del museo troviamo disegni, primi lavori (i cosiddetti “trous”) e altre opere bidimensionali.

Una però è dedicata alla rappresentazione scenografica della “selva simbolica”, con le opere concentrate ne lmezzo e svettanti sin quasi a toccare il soffitto, creando una sorta di foresta di obelischi: un gatto che sormonta un’erma trova il suo corrispondente “reale” in un gatto di terracotta. L’allestimento di questo ambiente mira così a creare uno spazio etereo ma coinvolgente, che consente di isolare lo spettatore dallo spazio museale.

Il percorso espositivo si conclude con dei pilastri/lampade e gli acquerelli di viaggio dedicati ai luoghi visitati dall’artista nell’arco della sua vita, in cui prevale uno sguardo attento e appassionato sul rapporto dell’uomo con la natura e lo spazio.
http://www.fondazioneaccorsi-ometto.it