Il treno a vapore tra Torino e Canelli

Un treno a vapore che attraversa l’astigiano e attira, ad ogni stazione intermedia, grandi e piccini affascinati dalla sua mole e dal suo fumo. E’ stata un successo l’iniziativa di domenica scorsa dei treni storici di Ferrovie dello Stato, che hanno ridato vita, come da tradizione ormai, al “treno del vino”, partito da Porta Nuova, a Torino, direzioni Canelli, dove i partecipanti sono stati accompagnati in un tour di degustazione tra cantine e prodotti locali.

Ma non soltanto i possessori del biglietto hanno potuto godere di un fine settimana fuori dal comune: le stazioni di passaggio si sono organizzate per accogliere al meglio il singolare mezzo di trasporto, tra queste Castagnole Lanze, che per l’occasione ha anche offerto una piccola mostra con il plastico dedicato alla tratta astigiana da Canelli ad Alba, ora soppressa, accompagnata dall’istallazione di alcune foto d’epoca e di ingrandimenti del plastico stesso, molto accurato.

Al momento del passaggio del treno decine di curiosi hanno occupato le banchine, la locomotiva è arrivata alle cinque del pomeriggio accompagnata da una nuvola di vapore. Le operazioni di inversione della locomotiva – che sarebbe poi tornata indietro con il resto del treno – hanno tenuto accesa l’attenzione per un quarto d’ora circa, poi gli antichi vagoni sono ripartiti verso Asti per poi tornare al punto di partenza.