Il Rock d’autore di Angela Baraldi fa tappa all’Ottolenghi Summer Festival

E’ tornata ad esibirsi ad Asti la cantautrice – attrice bolognese Angela Baraldi e ha ragalato al pubblico un concerto emozionante e dalle venature rock. Molti i temi toccati dalle sue canzoni, tranne l’amore “Perché l’amore preferisco viverlo più che raccontarlo” ci spiega “magari lo inserirò nel mio prossimo disco, al quale sto già lavorando”. In effetti, i brani proposti sono quelli contenuti nell’ultimo disco “Ritornano sempre” uscito nel 2017, l’ottavo di una carriera iniziata agli inizi degli anni ottanta nei circuiti nderground bolognesi e che nel 1993 l’ha portata a calcare il palcoscenico del Teatro Ariston in occasione del Festival di Sanremo. Carriera che la vede impegnata in duplice veste, quella di cantante e quella di attrice, indimenticabile il suo ruolo da protagonista nel film di Gabriele SalvatoresQuo vadis, baby?” del 2005, oltre alle numerose pièces teatrali, forte della sua preparazione attoriale conseguita all’accademia d’arte drammatica.

Nell’ambito musicale ha collaborato con grandi nomi della musica italiana, come Gianni Morandi, Francesco De Gregori e Lucio Dalla, con quest’ultimo ha condiviso la genesi di una delle canzoni più note e amate al mondo “Caruso”. In tempi più recenti è stata in tour con Massimo Zamboni per riproporre i brani storici dei CCCP Fedeli alla linea, gruppo punk emiliano attivo negli anni 1980 e che nel 2014 l’hanno portata ad esibirsi sul palco di Asti Musica. Una parentesi, quella con i CCCP che le ha regalato molte soddisfazioni e le ha permesso di farsi conoscere anche dalle nuove generazioni.

Ora non ci resta che attendere il nuovo album “non so dare una tempistica, lascio decedere alle canzoni quando arriva il momento di completarsi”, sicuramente sappiamo che le proporrà nuovamente nella nostra città, nel frattempo si è raccontata ai microfoni del nostro giornale “Saluto tutti gli amici lettori del giornale La Luna, mi piace anche molto come nome di un giornale, quindi… leggete La Luna”.

Serena Schillaci

L’intervista è visibile su https://www.youtube.com/watch?v=x689WqSFVGY&feature=share