Attualità

Il dr.  Felice MERCOGLIANO, Dirigente la Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Asti, è stato promosso Primo Dirigente della Polizia di Stato

Il Consiglio di Amministrazione di venerdì 23 gennaio ha promosso Primo Dirigente della Polizia di Stato il Vice Questore dr. Felice Mercogliano, dirigente la Divisione Polizia Anticrimine.

Il neo Primo Dirigente della Polizia di Stato dott. Felice Mercogliano, in possesso di Laurea in Lettere e Filosofia e di Laurea in Giurisprudenza, al termine del corso di formazione nel 1996 venne destinato al Settore Polizia di Frontiera Terrestre di Limone Piemonte (CN).

Dal 2000 ha prestato servizio alla Questura di Cuneo, ricoprendo negli anni incarichi di direzione di diversi uffici dall’UPGSP alla Divisione Anticrimine, dalla PAS e all’Ufficio di Gabinetto.

Nel 2010 venne trasferito alla Questura di Ferrara quale Dirigente della D.I.G.O.S. dove, successivamente, assunse anche la direzione in via di supplenza della Divisione Anticrimine. Quattro anni dopo, alla Questura del Verbano Cusio Ossola, ha prestato servizio quale dirigente della D.I.G.O.S. e successivamente anche come di Capo di Gabinetto sino al 2018, quando ritorna alla Questura di Cuneo con incarico di Capo di Gabinetto.

Ad Asti è arrivato nel 2021 con l’incarico prima di Dirigente della Divisione PASI, presso la quale ha gestito lo smaltimento dell’arretrato nel rilascio dei passaporti generatosi per la pandemia da Covid-19, e poi, per l’appunto, della Divisione Polizia Anticrimine, dove cura attualmente con particolare attenzione il delicato settore lelle misure di prevenzione Nel corso della carriera ha frequentato diversi corsi di formazione, mentre tra i numerosi encomi e riconoscimenti attribuitigli particolare importanza riveste quello conseguito nel 2000, allorquando il Ministero dell’Interno – Dipartimento della P.S. gli conferì l’ENCOMIO per aver contribuito alla cattura di un gruppo criminale resosi responsabile di un efferato omicidio ai danni di una giovane donna straniera in provincia di Cuneo. Nel 2018 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.