Genoa: 11 giocatori positivi, a rischio la gara col Toro

Non sono bastati i 6 gol presi in una sola partita a rovinare il fine settimana genoano. Da Genova infatti arriva un’altra pessima notizia che potrebbe compromettere seriamente la ripresa di questa strana stagione di Serie A. Sono arrivati infatti ad 11 i giocatori positivi in casa Genoa, compresi 3 membri dello staff, per un totale di 14 persone in quarantena. 

I primi sono stati Perin e Schone, che già avevano dovuto rinunciare alla partita al San Paolo. Pochi giorni e si è scoperto che non si trattava di due casi isolati. 

Immediato il comunicato della società: “dopo gli accertamenti odierni il numero di tesserati positivi a Covid-19 è salito a quattordici tesserati tra componenti team e staff. La Società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le Autorità per le procedure correlate. Il Club fornirà prossimi aggiornamenti dettati dall’evoluzione”.

Le considerazioni immediate sono prevalentemente due: il Napoli dovrà fare il tampone a tutti i suoi giocatori e al suo staff, per vedere se anche tra le sue fila risultano giocatori positivi. La seconda è che l’anticipo in programma contro il Torino è fortemente in dubbio, sia per il rischio cui verrebbero esposti i giocatori granata, sia perchè la squadra ligure dovrebbe presentarsi con un rosa davvero molto ridotta. A Skysport l’infettivologo Massimo Galli di Milano ha commentato il fatto ritenendo un po’ inverosimile che 11 negativi possano essere diventati positivi insieme contemporaneamente nel giro di poche ore, e che l’iter della malattia avrebbe dovuto presentare almeno uno scaglionamento dei casi, ipotesi che potrebbe anche far pensare ad un errore di laboratorio. Il risultato ottenuto, comunque, ha dato il via al protocollo di sicurezza. In Italia non c’è un numero minimo di giocatori negativi oltre il quale non si può giocare, ma per ogni caso bisogna fare richiesta e ottenere l’approvazione della squadra avversaria.