Generazioni iperconnesse: conoscere Internet, i Social e i videogiochi per uscirne illesi

Venerdì 22 marzo alle 20,45 nella Sala delle Colonne della Biblioteca Astense Giorgio Faletti si terrà l’incontro “Conoscere Internet, i Social e il mondo dei videogiochi per uscirne illesi”, con Mauro Ozenda, informatico e formatore, autore dei libri “Sicuro in rete” e “Un computer dal cuore saggio”. Interviene la dott.ssa Chiara Bergonzini, coordinatrice del Network Professionale di Asti dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte.

L’incontro, realizzato in collaborazione con la Biblioteca Astense Giorgio Faletti e del Network Professionale di Asti dell’ Ordine degli Psicologi del Piemonte, fa parte di “Generazioni iperconnesse”, un progetto che intende favorire interventi di “Educazione Digitale” in un’ottica di prevenzione, al fine di scongiurare e conoscere fenomeni come il cyberbullismo, e consentire ai ragazzi di avere le competenze necessarie per fruttare con maggior sicurezza le enormi potenzialità della rete, sapendo tutelare se stessi e la propria privacy, consapevoli dei rischi e dei pericoli.

L’evento in biblioteca fa parte della settimana della sicurezza in rete, che prevede un ciclo di sessioni formative, informative e di approfondimento rivolte a ragazzi e genitori delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Asti.

Un tema di forte attualità diventato prioritario è certamente la lotta al bullismo ed al cyberbullismo, in relazione al grande utilizzo delle nuove tecnologie da parte di adulti e giovani.

Il Presidente dell’Associazione Genitorinsieme Onlus, Giuseppe Cordaro, crede nell’importanza della prevenzione attraverso la giusta formazione dei ragazzi. L’Associazione da molti anni collabora efficacemente con le direzioni didattiche astigiane, con l’amministrazione comunale, con associazioni e professionisti del territorio, per condividere idee e progetti. Attraverso una sempre più capillare rete di genitori che vogliono informarsi e supportarsi è possibile organizzare occasioni di approfondimento grazie all’intervento di esperti. Il progetto è stato finanziato grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, ai fondi del 5 per mille della Genitorinsieme Onlus.

Info: genitorinsieme.asti@gmail.com . Per i bimbi presenti è prevista animazione.