Formula 1 – Leclerc regala il primo successo alla Ferrari

La prima vittoria della Ferrari in questo Mondiale di Formula 1 non è arrivata con il ‘predestinato’ Sebastian Vettel, ma grazie al monegasco Leclerc. Al 13° GP della stagione il pilota della Ferrari festeggia la prima vittoria della carriera in F1, la scuderia del cavallino rampante, osservando come si stava sviluppando la gara e il livello di consumo degli pneumatici di Vettel, ha deciso di dare il via libera al secondo, intimando al compagno di squadra di agevolarlo nel sorpasso. Vettel ha seguito le indicazioni e ha contribuito nel successo della Rossa, ma a fine gara era evidente un suo certo nervosismo. A 21 anni, 10 mesi e 16 giorni Leclerc strappa il record a Schumacher e diventa il più giovane vincitore di una gara sulla Ferrari, terzo di tutti i tempi dopo Verstappen e Vettel. Felice il pilota monegasco, che dedica questo successo all’amico Hubert, a poche ore dalla scomparsa: ““Non è facile godersi la prima vittoria in un weekend come questo. Sono cresciuto insieme ad Anthoine, abbiamo corso insieme in kart nel 2005, quando in pista c’erano anche Pierre (Gasly) ed Esteban (Ocon). Di quel periodo ho ricordi che porterò con me per sempre. Perdere Anthoine ieri è stato uno choc, non solo per me ma per tutti nel nostro ambiente. In un certo senso sono contento di avere vinto proprio oggi, così ho potuto ricordarlo nella maniera migliore. Era un campione, questa vittoria è per lui.
Per quanto riguarda la gara è stata decisamente piacevole e devo ringraziare la squadra per avermi dato una macchina fantastica. Nel corso di questo weekend abbiamo fatto progressi nella gestione delle gomme e in termini di ritmo gara.
Chiaramente gli ultimi giri sono stati molto difficili, vedevo la sagoma di Lewis farsi sempre più grande nei miei specchietti, quindi ho chiesto a me stesso un ultimo sforzo di concentrazione, focalizzandomi unicamente sulle operazioni che dovevo fare al volante. Alla fine sono riuscito ad attraversare il traguardo per primo e devo fare i complimenti a tutti i ragazzi per aver reso possibile tutto questo”.