Edoardo Bennato: “sono un sovversivo, ecco perché faccio Rock”.

Venerdi 12 luglio Asti Musica ha ospitato il rocker partenopeo Edoardo Bennato, uno degli artisti più attesi in questa ventiquattresima edizione. Prova ne è il quasi sold out, sono infatti solo una decina i posti vuoti nel parterre di Piazza Cattedrale, prezzo dei biglietti 20, 30 e 35 euro. Dal punto di vista del pubblico assistiamo sicuramente a un bello spettacolo, il repertorio è quello noto, da “sono solo canzonette” in poi, tutto da cantare e ballare. Dal punto di vista della stampa, invece, a parte la mancata disponibilità a incontrare giornalisti e fotografi, questi ultimi lamentano il fatto che i primi tre brani, quelli durante i quali generalmente è possibile fotografare l’artista da vicino, sono stati proposti in formula statica chitarra e voce e luci non ottimali. Dal quarto brano, invece, si è scatenato il vero concerto: luci mirabolanti e band al seguito, in puro stile Bennato. Voto performance: 8 Voto disponibilità: non pervenuto.
Serena Schillaci