Cultura e Spettacolo

Dall’aula al palcoscenico, torna il Teatro Scuola

Torna nuovamente l’appuntamento con il Teatro Scuola fortemente voluto dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo. 

Il Sindaco Maurizio Rasero sostiene fortemente le esperienze teatrali coordinate dal civico Teatro Alfieri, che negli anni hanno registrato una ricchezza, una varietà ed un progressivo innalzamento della qualità espressiva delle forme teatrali scolastiche, diventando veicolo di un impegno etico e civile. Il rinnovo quest’anno del Protocollo d’Intesa tra U.S.T. di Asti e civico Teatro Alfieri, pertanto, riveste un’importanza strategica di forte collaborazione tra Istituzioni per rafforzare l’obiettivo prioritario di una societa’ migliore e più consapevole.

L’Assessore alla Cultura Paride Candelaresi sottolinea l’importanza che l’attività teatrale può avere a supporto degli studenti come valido strumento culturale di comunicazione e di socializzazione poiché mette al centro la sfera emotiva dei ragazzi e promuove le loro capacità creative e di interpretazione della realtà.

L’Assessore all’Istruzione Loretta Bologna appoggia l’iniziativa sottolineando che il teatro ha un grande valore educativo e di formazione, costituisce un momento didattico importante e aiuta i ragazzi a promuovere la creatività, la comunicazione e la socializzazione (gia’ confermato)

La scorsa edizione del cartellone ha coinvolto oltre 3.100 spettatori (di cui 2800 studenti e circa 300 insegnanti) della maggior parte degli istituti e scuole di Asti, riuscendo nell’obiettivo di promuovere, incentivare e sviluppare i rapporti tra il mondo dello Spettacolo e la Scuola, onde contribuire alla conoscenza della fenomenologia dello Spettacolo dal vivo, significativa e riconosciuta componente per la formazione e la specializzazione dei docenti e per la maturazione di una coscienza critica negli studenti.

Il Progetto Teatro Scuola Comune di Asti prosegue il Protocollo d’Intesa siglato tra il Comune di Asti, il Provvedimento agli Studi di Asti e Provincia, con il coinvolgimento di un comitato tecnico di insegnanti di ogni ordine e grado delle scuole astigiane e operatori del settore.

La nuova programmazione teatrale, che viene proposta alla Scuola Primaria, alla Scuola Secondaria di I Grado e alla Scuola Secondaria di II Grado, è frutto del lavoro di coordinamento della Fondazione Piemonte dal Vivo condividendo le linee progettuali dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Asti in collaborazione con il Teatro degli Acerbi che è parte di TING, Rete del Teatro d’Innovazione per le Nuove Generazioni in Piemonte, condividendo il comune obiettivo di una diffusione della cultura del fare e del vedere teatro per esse.

Quest’anno si è deciso di tenere gli spettacoli presso il civico Teatro Alfieri, spazio culturale che offre servizi di attività teatrale. L’Amministrazione comunale intende offrire opportunità culturale e possibilità di fruizione alle giovani generazioni integrando l’esperienza scolastica con un progetto di condivisione, confronto e dialogo tra la scuola ed il teatro che, d’intesa, mirano ad avvicinare i ragazzi ai linguaggi artistici ed espressivi come forma di conoscenza e di comunicazione interattiva.

Dal 15 febbraio al 30 aprile saranno nove gli spettacoli in programma, di compagnie dal panorama regionale e nazionale del teatro per le Nuove Generazioni.

Per le scuole primarie due spettacoli sul tema delle relazioni interpersonali con “A metà strada. storia di giraffa e pinguino” del Teatro del Buratto e “Sei stato tu” della Piccionaia, oltre al classico “In viaggio con il Piccolo Principe” della Fondazione TRG.

Per le secondarie di I grado ci saranno, su tematiche legate alla storia, “Fino a quando la mia stella brillerà” della Piccionaia e “La guerra del soldato Pace” della Fondazione TRG. Inoltre, della stessa compagnia “Il gioco dei destini scambiati” tra classici e relazioni interpersonali.

Proposta sul tema del bullismo per le secondarie di I e II grado con “Io me ne frego” della Fondazione Palazzo Litta per le Arti.

Gli spettacoli per le secondarie di  II grado saranno completati da “P come Penelope” della Fondazione TRG e dal classico “Chisciotte” di Casa degli alfieri, che ha debuttato ad AstiTeatro45.


Dal 5 febbraio a metà marzo 2024 si terranno inoltre le visite teatralizzate “Oltre il Sipario” alla scoperta del Teatro Alfieri, storico teatro all’italiana inaugurato nel 1860 e che da allora ha ospitato i più importanti artisti e spettacoli di fama nazionale ed internazionale che qui si sono avvicendati, impregnando le tavole del glorioso palcoscenico di memorie cittadine, successi e aneddoti.

Le visite guidate per le secondarie di II grado curate dal Teatro degli Acerbi (in scena Massimo Barbero e Chiara Buratti), accompagneranno i ragazzi lungo un percorso a metà tra la “visita guidata” e la “performance teatrale”.

Inoltre ci sarà la possibilità il 14 marzo in serale di assistere allo spettacolo della stagione teatrale “Fine pena ora” di Tedacà, coprodotto dal Teatro Stabile di Torino in collaborazione con il Festival delle Colline Torinesi ad un biglietto ridotto di euro 13 per studenti, insegnanti e accompagnatori (per info – biglietteria teatro – 0141/399057 martedì e giovedì dalle 10 alle 17).

All’interno della programmazione del Teatro Scuola 2024, in un’ottica di fidelizzazione di nuovi pubblici, è di grande valore aggiunto il Progetto PATRIC (Polo Astigiano per il Teatro di Ricerca e Innovazione Contemporaneo). E’ nato nel 2018 per creare ad Asti la visione condivisa di una strategia culturale legata al teatro di ricerca e innovazione, individuato come elemento di eccellenza e di identità per gli operatori e il pubblico locale e non.

Prosegue nel 2024 ed ha come maggiore sostenitore la Fondazione Compagnia di San Paolo con l’intento di agire nell’ambito della ricerca in un contesto culturale.

Attraverso la rete PATRIC, che ha come partner il Comune di Asti, si è voluto mettere a sistema quella parte di comparto teatrale attivo nella ricerca di dinamiche innovative e di coinvolgimento di nuovi pubblici, riunendo il Comune di Asti (Festival Astiteatro), Associazione CRAFT (Spazio Kor), Teatro degli Acerbi (Patric New).

Giunto al sesto anno di attività, PATRIC vuole crescere e creare un rapporto più intimo con i suoi spettatori, ascoltandoli e approfondendo una relazione di fiducia e di scambio.

Il biglietto d’ingresso per tutti gli spettacoli è di € 5.

Ingresso gratuito per insegnanti, HC e accompagnatori.

Prenotazioni via mail teatrodegliacerbi@gmail.com utilizzando modulo di prenotazione scaricabile su: www.comune.asti.it oppure

www.teatrodegliacerbi.it.

Per informazioni è possibile contattare il Teatro degli Acerbi cell. 351/8978847 (martedì e giovedì ore 12-17.

Coordinamento del progetto a cura di Denise Passarino, Responsabile Unità Operativa

Gestione Progetti Culturali Teatro Alfieri.