Covid-19: quando ritorneremo alla tanto attesa normalità?

“Per tutti noi è l’unico pensiero costante e quotidiano, afferma Mario Bovino Assessore allo Sport del Comune di Asti”.

L’impatto dell’epidemia di Covid-19 ha travolto tutto e tutti, non risparmiando niente e nessuno, costringendoci a riprogrammare la nostra quotidianità. 

Anche il mondo dello sport si è dovuto fermare con impianti chiusi, allenamenti sospesi e manifestazioni rinviate fino a data da destinarsi.

Si potrebbe pensare che lo sport sia l’ultimo dei problemi, ma mesi e mesi di duro allenamento, fatica di ore passate in allenamento calzando una “scarpa” che sia atletica, danza, calcio, tennis, pallavolo, basket, sci, roller, nuoto e con lui tutte le arti senza calzari, non possano essere messi da parte.

L’ Amministrazione con i pochi impianti a disposizione a gestione diretta ha reagito tempestivamente,  i primi in Piemonte, nel mettere a disposizione il  Palazzetto dello sport “Pala Bosca” ed il Campo di Atletica di Via Gerbi e le diverse piattaforme sportive nei parchi, per evidenziare la necessità assoluta di fare sport.

Come tutti gli anni abbiamo fatto tutti i passaggi necessari per permettere  alle società sportive di svolgere le proprie attività nelle strutture scolastiche, richiedendone l’affidamento ai rispettivi Dirigenti e Consigli  Scolastici.

La possibilità di concedere i loro spazi a favore dello sport, che di sicuro non ne precludono il suo importante valore educativo, impone una responsabilità enorme, a cui  tutti per vari ruoli dobbiamo attenerci, speriamo che lo stato di emergenza possa al più presto rientrare per tornare alla normalità, perché lo sport balsamo per la salute sia tutelato e da tutti sostenuto.