Con l’assestamento di bilancio attenzione a imprese e sociale

Ammonta a 66 milioni di euro per il 2022, ed a 128 nel 2023, la variazione al bilancio di previsione della Regione Piemonte approvata dal Consiglio regionale.

La manovra comprende interventi importanti che vanno a coprire ulteriormente esigenze che si sono manifestate nel corso dell’anno e che hanno incontrato la sensibilità dell’amministrazione regionale, pronta a intervenire incrementando le risorse. Inserita anche lal possibilità di accendere mutui fino a 30 milioni per sostenere le spese di progettazione di nuovi ospedali.

“Imprese e sociale continuano ad essere al centro della nostra azione, insieme all’occupazione per non lasciare nessuno indietro – commenta l’assessore regionale al Bilancio Andrea Tronzano – Con gli interventi approvati rimpolpiamo le azioni già tracciate nel bilancio preventivo o incidiamo sulle emergenze sopraggiunte”.

Questi i principali movimenti:

* 6,4 milioni per scuola e Università (3,2 milioni per le borse di studio, 1,2 per le scuole paritarie e 2 per gli assegni di studio per trasporti e libri)

* 5 milioni per la cultura, di cui 4 milioni per le associazioni culturali, 300.000 euro per i grandi eventi, 200.000 per la musica popolare e 50.000 per le Pro Loco

* 1,5 milioni per il benessere animale

* 7,3 milioni per integrare le risorse necessarie per finanziare i nuovi contratti della sanità

* 3 milioni per il contrasto al caro bollette a favore di micro piccole e medie imprese

* 5 milioni per la riqualificazione energetica degli edifici

* 3,2 milioni per scorrere la graduatoria degli accordi di programma con le amministrazioni locali

* 800.000 euro per la rimozione dell’amianto dalle scuole

* 450.000 euro per l’acquisto di scuolabus

* 400.000 euro per consentire ai Comuni montani l’acquisto di mezzi di sgombero neve e d’opera