Calcio – Il ct Mancini soddisfatto dell’Italia

Una prova d’orgoglio, una notizia positiva e una negativa. La sfida degli azzurri di Mancini, vittoriosi contro l’Olanda grazie all’unica marcatura realizzata da Barella, ha note positive e meno. Da una parte i tre punti permettono di guardare le avversarie dalla vetta del girone, dall’altre l’infortunio di Zaniolo potrebbe essere una conseguenza pesante sia per la Nazionale sia, e ancor di più, per la Roma. Il giocatore è stato costretto ad uscire dal campo al 42’ per un forte dolore al ginocchio, quello sano, il sinistro, quello che non aveva subito la passata operazione nella scorsa stagione. 

«Nicolò Zaniolo ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro durante Olanda-Italia». Lo ha comunicato la Roma nella notte di lunedì, specificando che «nella mattinata di martedì, rientrato a Roma, il calciatore è stato sottoposto ad approfondimenti diagnostici e clinici per valutare l’entità dell’infortunio». 

Soddisfatto di quanto visto in campo il tecnico dell’Italia, Roberto Mancini: “Solo alla fine è mancato qualcosa – dichiara il CT al fischio finale – perchè eravamo stanchi, ma meritavamo almeno di fare un altro gol. Sono soddisfatto per la mentalità e per la prestazione: una grande partita, i ragazzi hanno giocato benissimo e sono stati straordinari. Non si vincono 11 partite di seguito senza una buona mentalità e sistema di gioco. Anche se le squadre non erano Olanda e Germania, se vinci sempre vuol dire che hai qualcosa”.

“Una grande prestazione – è il commento di Lorenzo Insigne – con personalità. Abbiamo fatto un’ottima gara, siamo tutti contenti per la prestazione e per un grande risultato. Potevamo fare qualche gol in più sicuramente, ma a volte ci abbassavamo troppo ed era difficile ripartire. Siamo stati bravi ad uscire sempre palla al piede anche sotto pressione. La cosa importante era riuscire a vincere e ci siamo riusciti”.

Felice anche il capitano, Giorgio Chiellini, “Abbiamo preparato bene la partita, siamo un gruppo che ha fatto due anni di grande livello. Dopo tanti mesi e un’estate strana non era facile ricominciare. Oggi abbiamo vinto giocando da grande squadra, e probabilmente meritavamo qualche gol in più. Alla fine siamo stati bravi anche a difenderci, perché delle volte devi saperti rimboccare le maniche. Adesso siamo in testa al girone credo con merito, e vogliamo continuare questo percorso nei prossimi mesi”.

SERIE A

Intanto le società di Serie A si stanno preparando alla ripresa del campionato, che avverrà il prossimo fine settimana, gara di esordio quella tra Fiorentina e Torino sabato 19 a Firenze alle sette di sera. Le altre sfide in programma saranno Parma-Napoli, Sassuolo-Cagliari, Milan-Bologna, Verona-Roma, Genoa-Crotone, Juventus-Sampdoria. Si giocheranno invece a fine settembre le partite tra Lazio-Atalanta e Benevento-Inter, visto l’impegno nelle final eight delle due squadre nerazzurre rispettivamente in Champions e in Europa League. Rinviata il 30 anche Udinese-Spezia, la squadra ligure infatti, ad agosto, è stata impegnata nei playoff di Serie B. L’unica neopromossa nella prima giornata, dunque, sarà il Crotone, che giocherà a Genova.