Calcio / Eccellenza – Canelli Sds, una trasferta amara

Una trasferta infruttuosa quella del Canelli Sds sul campo del Castellazzo. Sono infatti i biancoverdi ad avere la meglio al Centogrigio (il campo di casa degli alessandrini era impraticabile a causa delle cospicue nevicate della passata settimana). Si tratta della terza sconfitta stagionale per gli astigiani, fermati solo da Olmo e Pinerolo. A decidere il risultato della gara la rete di Camussi verso la fine della prima frazione di gioco. La vetta della classifica è ancora salva, ma il Fossano, che invece ha ottenuto tre punti importanti in casa contro il Derthona, ora è a solo tre lunghezze di distanza e non sembra intenzionato a voler perdere terreno. Rammaricati i ragazzi di Raimondi, autori di una buona prestazione meritevole almeno di un punto. Primo tempo più combattuto in cui gli ospiti, seppur volitivi, non riescono a prendere il sopravvento sugli avversari che riescono a rendersi pericolosi con una conclusione dai 25 metri di Piana, sulla quale Gjoni si oppone seppur con qualche indecisione, e con un diagonale da destra di D’Alessandro, che termina fuori sul lato opposto. Da parte canellese si rilevano una conclusione da destra di Celeste fuori di poco, un tiro da fuori area di Bordone dopo aver saltato due avversari e due atterramenti dubbi in area di Redi e Di Santo. Proprio sul finire di primo tempo sblocca il risultato Camussi, con un gran colpo di testa su azione di calcio d’angolo, che consente al Castellazzo di andare a riposo in vantaggio. L’inizio di secondo tempo dei ragazzi di Raimondi è veemente: si gioca unicamente nella metà campo del Castellazzo. Redi in due occasioni si trova solo davanti al portiere: la prima, imbeccato da Bosco, spara addosso a Rosti, poco dopo è lo stesso portiere del Castellazzo ad anticiparlo in uscita. Al 25° giocata super di Bosco che dopo un controllo orientato ai 25 metri, salta in dribbling 4 avversari prima di sbagliare la conclusione calciando alto. Poco dopo ancora Bosco, imbeccato da Celeste, mette fuori di poco dal limite dell’area piccola. Solo sul finire di gara il Castellazzo riesce a riaffacciarsi dalle parti di Fontana e compagni, centrando anche una traversa quasi allo scadere su una conclusione fortunosa di Piana.

foto facebook Canelli