Asti Musica 2019: Piazza Cattedrale sotto i riflettori

NEGRITA – 5 LUGLIO

Per celebrare nel migliore dei modi i loro 25 anni di rock ‘n’ roll e dopo la partecipazione al 69° Festival di Sanremo, i Negrita tornano in tour in tutta Italia con una serie di concerti live estivi in location di particolare fascino e importanza storica. Una scelta che richiama apertamente le date che, nel 2013, li videro protagonisti con 64 sold out consecutivi.

Un anniversario del genere, tuttavia, merita qualcosa di più, quindi la band toscana ha deciso di fare le cose in grande, accompagnando i propri fan per tutto il corso del 2019 e mutando il proprio show col passare delle stagioni.

Passata la tranche primaverile del tour, chiamata “La Teatrale”, in estate sarà il momento de “La Teatrale Plus”, naturale evoluzione della precedente, in cui il gruppo alternerà brani acustici ed elettrici, in un mix in grado di descriverne al meglio entrambe le anime. 

Non sappiamo bene perché, ma più divertiamo grandi e meno abbiamo voglia di stare a casa. Vogliamo festeggiare tutto l’anno insieme a voi, quindi mettete in valigia abiti adatti a tutte le stagioni. Fidatevi: sarà un party senza fine!

Lo show comprenderà tutti i grandi classici dei NEGRITA, con l’aggiunta di brani che difficilmente, o mai, i nostri hanno eseguito dal vivo in passato, per una scaletta che cambierà per tutto il corso dell’anno. 

DONATELLA RETTORE – 6 LUGLIO

Personaggio fuori dalle righe, ironica e trasgressiva, raro esempio di cantautrice italiana, Donatella Rettore resta l’icona di un periodo particolare della storia musicale del nostro paese.

Una carriera che la vide tra le stelle della hit parade, ma che che culminò soprattutto nel concept “Kamizaze rock’n’roll suicide“, scheggia impazzita nel panorama musicale italiano mainstream dei primi anni ’80 portata alla ribalta dai celebri brani come “Splendido Splendente”, “Kobra” e “Lamette”.

RAIS E REBIRTH: Vincitori Contest SonAsti – 6 LUGLIO

RAIS – Diciannove anni da compiere, di San Damiano, Filippo Monticone è Rais: rapper e musicista che studia pianoforte. È salito sul palco della finale di SonAsti con “I will have my day” (“brano prodotto da me”) e “Fame”. Rais si è avvicinato al rap a soli 12 anni, ascoltando le canzoni di Salmo “da anni idolo e fonte di ispirazione”. Ha scritto le sue prime canzoni a soli 16 anni; nel 2017 ha iniziato a produrre basi musicali per le proprie canzoni, e a registrarsi con un paio di cuffie ed un microfono, in camera: “Tutto molto “alla buona”, per sola e pura passione”. Nel 2018, sul canale YouTube RAISMUSIC, il suo primo singolo “My God Me God”, seguito da “Zitto, basta”.

REBIRTH – Lorenzo Tripodi in arte Rebirth, classe 2000, ha frequentato il rap fin da piccolo ascoltando artisti come 50Cent e Mary J Blige. Ha uno studio di registrazione dove cura ogni traccia “come si cura un figlio, e ogni volta è Rebirth” ovvero rinascita. Ha iniziato a scrivere i suoi primi testi “ispirato da tutto ciò che mi circondava e questo mi ha permesso di crescere e scoprire quali fossero i miei obbiettivi”. Alla finale di SonAsti ha presentato i brani “Diavoletto” e “Credimi”.

ASTI GOD’S TALENT – 7 LUGLIO

Saranno sette i cori che parteciperanno alla quinta edizione di Asti God’s Talent, il festival dei cori giovanili diocesani. Confermata anche la presenza d’onore di Paolo Conte, padrino del Talent fin dalla prima edizione e presidente di giuria. Ospite speciale sarà quest’anno proprio Simona Atzori con il suo corpo di ballo.