Cultura e Spettacolo

1984 al Teatro Alfieri con Violante Placido e Ninni Bruschetta

Giovedì 1 febbraio alle 21 al Teatro Alfieri di Asti, per la sezione Altri percorsi della fortunata Stagione Teatrale organizzata in collaborazione con Piemonte dal Vivo, arriva l’attesissimo “1984” di George Orwell, in un nuovo adattamento di Robert Icke e Duncan Macmillan,
traduzione Giancarlo Nicoletti. In scena Violante Placido, Ninni Bruschetta e Woody Neri; con loro Silvio Laviano, Brunella Platania, Salvatore Rancatore, Tommaso Paolucci, Gianluigi Rodrigues, Chiara Sacco, regia Giancarlo Nicoletti, scene Alessandro Chiti, musiche Oragravity, costumi Paola Marchesin, disegno Video Alessandro Papa, disegno Luci Giuseppe Filipponio, aiuto regia Giuditta Vasile, produzione Goldenart Productions, con il contributo del Ministero della Cultura / Direzione Generale Spettacolo dal Vivo, in accordo con Arcadia e Ricono Ltd – per gentile concessione di Casarotto Ramsay & Associates Ltd.

Acclamato dalla critica e dal pubblico a Londra e a Broadway, il nuovo adattamento di Robert Icke e Ducan Macmillan del romanzo di George Orwell 1984 è un’esperienza teatrale pronta a lasciare il pubblico senza fiato. Il capolavoro orwelliano è diventato nel tempo il prototipo di ogni utopia negativa ed è probabilmente la rappresentazione più forte di ogni totalitarismo, oltre che uno dei libri più letti e amati della storia. Nella visione onirica e innovativa di Icke e Macmillan, 1984 mantiene intatta- tutta la sua sconvolgente attualità e si trasforma in un tour de force spettacolare, a metà fra thriller, storia romantica, grande letteratura e romanzo noir. un modern classic della letteratura raccontato in maniera innovativa, coinvolgente e inaspettata grazie anche a videoproiezioni ed effetti speciali.

1984 racconta di un gruppo di storici che nel 2050 trova un diario scritto appunto nel 1984, anno in cui il mondo è diviso in tre superstati in guerra fra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. L’Oceania, la cui capitale è Londra, è governata dal Grande Fratello, che tutto vede e tutto sa. I suoi occhi sono le telecamere che spiano di continuo nelle case, il suo braccio la Polizia del pensiero che interviene al minimo sospetto. Tutto è permesso, non c’è legge scritta. Niente, apparentemente, è proibito. Tranne pensare. Tranne amare. Tranne divertirsi.

Ultimi biglietti disponibili: 23 euro (18 euro loggione). Info e prenotazioni www.teatroalfieriasti.it 0141.399057-399040, biglietteria aperta martedì e giovedì dalle 10 alle 17 e il giorno dello spettacolo a partire dalle 15. Biglietti disponibili anche online su www.bigliettoveloce.it